Borghi e Burattini

 

La rassegna

Borghi e Burattini

Borghi & Burattini 2019 prosegue con il percorso internazionale intrapreso l’anno scorso. La rassegna, nelle sue proposte, è condotta da due fili rossi che, ne siamo convinti, le porteranno fortuna. Il primo è la consapevolezza della radice europea del Teatro di Figura con tutte le sue espressioni di forme, personaggi e temi; il secondo filo guida è la contaminazione come esperienza vitale e creativa. Le compagnie ospitate quest’anno nascono nel campo fertile delle tradizioni regionali italiane ma hanno saputo porsi in dialogo con altre forme di Teatro, con altri linguaggi e con altre culture, facendo della ricerca e della contaminazione i loro strumenti creativi quotidiani.

I fili rossi individuati come guide per questo percorso hanno portato ad individuare in Damiano Privitera e in Gigio Brunello i due premi internazionali “Pina e Benedetto Ravasio” di quest’anno. Damiano è esempio eccellente di contaminazione tra i linguaggi e le diverse tecniche d’animazione mentre Gigio, burattinaio e drammaturgo, offre al Teatro di Figura nuove possibilità rompendo cliché e tabù.

La diversità di tipologie di spettacolo proposta è finalizzata ad offrire uno sguardo, il più ampio e variegato possibile, sul Teatro di Figura. Oltre ai burattini a guanto, capitanati da Gioppino, si potranno vedere in scena, nelle piazze e nei parchi della città e della provincia di Bergamo, pupazzi, oggetti e marionette. Tante le novità tra nuove compagnie, felici ritorni e una Prima Nazionale di uno spettacolo.

In conclusione, una piccola nota: il programma di quest’anno, con convinzione, è stato pensato non solo per i bambini ma anche per gli adulti. Un impegno culturale doveroso nei confronti di questa forma di Teatro che diverte tutti ma che deve ritornare a rivolgersi, con maggiore convinzione, anche ai grandi.

Sono solo i primi passi, molto c’è da fare, ma ora, più di prima, si è reso necessario un percorso di rivalutazione, di svecchiamento, di apertura e di confronto nel mondo del Teatro di Figura e Borghi&Burattini e il nuovo Museo del burattino sono occasioni preziose per questa piccola rivoluzione.

Luca Loglio
Direttore artistico della Fondazione Benedetto Ravasio